larger smaller reset
Ora vi trovate in: Home > Comunicati Stampa > Comunicati stampa anno 2013 > c.s. Arcevia, Approvato il bilancio di previsione 2013.
c.s. Arcevia, Approvato il bilancio di previsione 2013. PDF Stampa E-mail
Scritto da Sindaco Bomprezzi   

BilancioSono soddisfatto dell'approvazione del bilancio di previsione 2013, perché la maggioranza ha dimostrato senso di responsabilità e determinazione, e perché questo ci permette di portare avanti i servizi essenziali che ci chiedono continuamente i nostri cittadini.

Devo dire che ho apprezzato anche gli interventi costruttivi dell'opposizione, che ha avuto un atteggiamento giudizioso e non demagogico.

Ma ovviamente non sono per nulla contento di essere stato costretto ad approvare un bilancio lacrime e sangue per i cittadini, sopperendo alle mancanze e alle negligenze dello Stato centrale, sempre più orientato a scaricare sugli enti locali la responsabilità della tassazione.

La crisi economica e la miopia dei governi che si sono succeduti ha accentuato la riduzione dei trasferimenti statali (solo per il comune di Arcevia il taglio si aggira negli ultimi 5 anni a circa un milione di euro), che si somma ai vincoli del patto di stabilità e delle spese del personale. Si badi bene che questo penalizza prevalentemente Comuni come il nostro, con poca popolazione e un territorio ampio e antropizzato, quindi con entrate minime a fronte di servizi più costosi.

A queste difficoltà si somma una fase di grande confusione istituzionale e politica, la vicenda dell'IMU è emblematica, un quadro legislativo che muta in continuazione e che rende tutto aleatorio e provvisorio. Aver approvato il bilancio di previsione ad ottobre è la dimostrazione di questo caos istituzionale.

Solo nel 2013 abbiamo avuto il taglio della spending review di € 157.000 e in più il debito fuori bilancio della neve di € 120.000 (non abbiamo ricevuto un centesimo dallo Stato, nonostante le rassicurazioni).

Ormai si è arrivati ad un punto di non ritorno: o si tagliano i servizi essenziali, e allora non si capisce più a cosa servono gli enti locali, o si aumentano le tasse (i sindaci esattori).

La nostra scelta dolorosa ma necessaria è stata quella di mantenere i servizi che i cittadini ci chiedono ogni giorno, sul sociale non indietreggiamo di un passo, e quindi abbiamo dovuto aumentare l'addizionale IRPEF (da 0,6 a 0,8 per mille) e l'aliquota sulla seconda casa (da 9,9 per mille al 10,4 per mille).

I servizi a domanda individuale come mense trasporti etc. non hanno subito aumenti nonostante che i costi dei carburanti e degli alimenti aumentino e diminuiscano gli utenti.

Per quanto riguarda la Tares, abbiamo dovuto coprire interamente i costi complessivi del servizio di raccolta rifiuti e in più lo Stato prende ai cittadini 30 centesimi a metro quadro.

Così non è più possibile amministrare un Comune. Anche perché nei momenti di crisi i bisogni dei cittadini aumentano, come del resto i costi di gestione e organizzativi. La gestione associata delle funzioni, del resto, non è il toccasana che si immagina, visto che il risparmio eventuale si avrà nel medio e lungo periodo.

Detto ciò tante cose si riescono ancora a realizzare grazie a una collaborazione tra associazioni, operatori, cittadini e amministrazione locale. E vista l'impossibilità di accendere mutui, le poche opere pubbliche che siamo riusciti e riusciremo a fare sono cofinanziate con fondi extracomunitari.

Nel campo ambientale abbiamo raggiunto uno dei risultati più importanti dell'intera legislatura con l'estensione a tutto il territorio comunale del servizio di porta a porta. Grazie alla disponibilità della ditta Rieco, del Cir33 e dell'amministrazione, e all'apporto dei cittadini, ad agosto, dopo poco più di un mese dall'eliminazione dei cassonetti stradali, siamo riusciti a superare il 60% di percentuale di raccolta differenziata.

Per quanto riguarda il settore dei lavori pubblici, nel centro storico di Arcevia è stata rinnovata l'illuminazione pubblica di piazza Garibaldi, uniformata al corso, si è restaurata la torre comunale e soprattutto l'antico Orologio civico e ad ottobre sono partiti i lavori di ripristino del Corso principale grazie ad un atto di transazione tra le ditte e l'amministrazione comunale. Riguardo infine ai castelli, sono terminati i lavori a Montale (rifacimento pavimentazione, sottoservizi e tratti di mura) e continuano i lavori a Nidastore (consolidamento mura). A breve partiranno i lavori del Barbecue al Monte della Croce, di adeguamento del Teatro Misa e di sistemazione del parco di Conce.

Per quanto riguarda la manutenzione stradale, abbiamo stanziato 40.000 euro per intervenire in emergenza su alcune strade comunali e, grazie alla Comunità Montana Esino-Frasassi, verrà acceso un mutuo di 200.000 euro per intervenire su altre 4 strade comunali di grande importanza.

Cultura e turismo rimangono settori strategici: siamo riusciti a mantenere le iniziative culturali e promozionali che qualificano la nostra offerta, e che quest'anno hanno avuto presenze record, come Una domenica andando a polenta e andando per primi, ArceviaJazzFeast, Artcevia, il corso di didattica della storia, il Premio Mannucci, la Festa de L'Uva, anche quest'anno gestita dalla Pro Loco.

Eventi importanti come l'arrivo di Vandana Shiva, da cui è nata la Carta di Arcevia, e il convegno regionale sul paesaggio indicano con chiarezza qual è il futuro della nostra comunità: un luogo in cui sperimentare un nuovo modello di sviluppo basato sull'agricoltura biologica e di qualità e i prodotti enogastronomici, sulla valorizzazione turistica, sull'ambiente e su progetti culturali di alta qualità. Un luogo accogliente e creativo, dove le intelligenze migliori, provenienti da ogni parte del mondo, possano realizzare e progettare i loro sogni.

 

Arcevia, 31.10.2013


IL SINDACO
prof. Andrea Bomprezzi

 

COOKIE

Informativa ai sensi dell'art. 13 del Decreto Legislativo 30 giugno 2003 n° 196.
Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi.
Se si prosegue con la navigazione del sito, si acconsente all’uso dei cookie.

[ informativa ]

CONTATTA il COMUNE

DOVE SIAMO

L'italia e in rosso le Marche

MANIFESTAZIONI

RACCOLTA RIFIUTI

ECOSPORTELLO

ISOLA ECOLOGICA

ATA rifiuti

.....................................

Informazioni
Centro Ambiente
Alligatore

ACQUA POTABILE

Multiservizi

PHOTO GALLERY

Photo Gallery

SEGUICI SU

Seguici su YOUTUBE . Seguici su FACEBOOK

CERCA CON GOOGLE

Ricerca con Google