Arcevia, Notte Bianca alla grande Stampa
Scritto da Sindaco Purgatori   

Coinvolgente la conferenza su Luca Signorelli da parte di Vittorio SGARBI

il Gruppo Storico Città di Cortona mentre si esibisce in Piazza Garibaldi

Il commento che sintetizza nel modo più immediato e appropriato il clamoroso successo della Notte Bianca arceviese conclusasi alle prime ore dell’alba è “alla grande!” Decine di migliaia di persone di ogni età provenienti da numerose località hanno affollato ogni fase della grande festa. La piena soddisfazione degli organizzatori è stata espressa per il Comune dal Sindaco Silvio Purgatori, nonché dal presidente dell’AVIS Provinciale Scannavini, e dal Presidente della Pro Loco Verdini. Vincente si è dimostrata anche la scelta di aver impostato la quarta edizione sulla cultura e sulla solidarietà con la Festa Provinciale dell’AVIS, come una distribuzione meno dispersiva, creando una sorta di ininterrotto palcoscenico tra l’ex Chiesa di San Giovanni e piazza Crocioni. Si è vissuto insomma un autentico e coinvolgente clima di festa, che è andato aumentando con il passare delle ore. Dopo l’avvio dalle 21.00 con una dimostrazione da parte dei Vigili del Fuoco del distaccamento misto di Arcevia, è stato un continuo crescendo di presenze fino ad una autentica ininterrotta esplosione di arrivi dopo le 22.00 che hanno letteralmente trasformato il volto della città. Se l’immagine più emblematica è stata certo quella offerta da piazza Garibaldi gremita all’inverosimile durante la conferenza tenuta da Prof. Vittorio Sgarbi su “Luca Signorelli tra Piero della Francesca e Michelangelo” e dall’applauditissima esibizione del Gruppo Storico Città di Cortona, tante sono le testimonianze significative ed esplicite del successo della kermesse. Ogni momento del ricco programma è stato seguito con partecipazione ed interesse, dalla lunga maratona musicale su Piazza Garibaldi, dal concerto della trascinante Annalisa allo spettacolo di musica brasiliana degli Ipanema show, allo spazio Rock presso i Giardini G.Leopardi alla mostra di pittura di Giuseppe Gigli nell’affascinante palazzo Mannelli-Pianetti, alla presentazione di Ar[t]cevia International Festival , agli artisti di strada e ai laboratori creativi per bambini. Folla anche in luoghi meno abituali per l’accesso del grande pubblico: così si dica per via Ramazzani occupati dalla mostra mercato o piazza Crocioni che ha ospitato lo spettacolo teatrale “Il Paese che non c’è” del Gruppo Teatrale Comunitario di Pontelagoscuro. Altre immagini eloquenti sono state offerte dall’affluenza ai punti di degustazione delle associazioni che si è snodato lungo corso Mazzini. E al panorama offerto dalle manifestazioni ufficiali, si devono aggiungere le iniziative degli operatori economici che hanno contribuito ad animare ulteriormente la notte più lunga dell’anno.

Arcevia, 21.07.2008