Arcevia, inaugurate le apparecchiature sanitarie wireless Stampa
Scritto da Sindaco Purgatori   

ARCEVIA – INAUGURATE LE APPARECCHIATURE SANITARIE PER LA TELETRASMISSIONE A DISTANZA DI IMMAGINI VIDEO PER DIAGNOSTICA MEDICA CON SISTEMI WIRELESS.

Nella foto un momento dell’inaugurazioneNei giorni scorsi presso l’Ospedale di Comunità di Arcevia, alla presenza del Sindaco di Arcevia Silvio Purgatori, del Direttore Zona Territoriale n° 4 Maurizio Bevilacqua, del Presidente 5ª Commissione Consiglio Regionale Marche Marco Luchetti, del Direttore del Distretto di Senigallia Alessandro Marini, del delegato Associazione Medicina di Gruppo Arcevia Gianfranco Spaccia, del Responsabile Unità operativa Diagnostica immagini Zona Territoriale 4 Paolo Busilacchi e delle Autorità sanitarie e civili, ha avuto luogo la cerimonia di inaugurazione del digitalizzatore per apparecchiatura di radiologia per la teletrasmissione a distanza di immagini video e diagnostica tra il Presidio Ospedaliero di Senigallia e l’Ospedale di Comunità.
L'impianto in tecnologia wireless rappresenta il supporto tecnologicamente avanzato del più ampio "progetto salute" avviato dalla città di Arcevia dal 2005, con una sottoscrizione popolare, per dotare l'Ospedale di Comunità di apparecchiature sanitarie all'avanguardia nel campo della diagnostica per immagini a distanza, per offrire ai cittadini servizi quali ad esempio: trasferimento di immagini radiografiche ed ecografiche digitali; accesso e gestione da remoto della cartella clinica del paziente; remotizzazione dei data base; trasporto di fonia di tipo VoIP; videoconferenze; e-learning e formazione a distanza; veicolazione di futuri servizi digitali innovativi operanti in protocollo IP.
L'unicità del progetto sul territorio, le ricadute politico-sociali che ne conseguiranno nonché gli aspetti tecnologici avanzati che lo caratterizzano sono di grande interesse per i cittadini di Arcevia. In particolare, per la Radiologia si è pervenuti al trasferimento delle immagini di esami radiologici, eseguiti al Poliambulatorio di Arcevia, direttamente all'Ospedale di Senigallia.
Qui, in tempo reale, le immagini vengono refertate e archiviate nel PACS. Il referto viene stampato direttamente ad Arcevia, per cui l'utente, che ha appena eseguito l'esame radiologico, può andarsene con lastra e referto. Per riassumere il funzionamento completo del sistema si può descrivere nel seguente modo: la radiazione X che oltrepassa il corpo del paziente viene captata da un plates.
Questo plates, elettronicamente caricato dalla radiazione X viene letto da un sistema a pennello laser che memorizza le informazioni digitali e le trasforma attraverso un computer in immagine digitale. A questo punto il T.s.r.m. (tecnico di radiologia) ottimizza l’immagine ottenuta e la invia attraverso il sistema di collegamento Radio, all’Ospedale di Senigallia dove il Medico Radiologo visualizza le immagini e le referta in tempo reale. Immediatamente il Medico può rinviare le stesse assieme al referto firmato digitalmente presso la sede di Arcevia, dove il T.s.r.m. può consegnare al paziente, la risposta con le relative immagini. Il tempo di trasmissione di un esame Radiologico medio si aggira sui dieci secondi di immagine.
Questo progetto, realizzato grazie alla solidarietà di imprese, cittadini, comitati, associazioni, della Banca di Credito Cooperativo di Ostra Vetere e con il contributo dell’Asur Marche zona territoriale 4 di Senigallia, mette l’Ospedale di Comunità di Arcevia all’avanguardia in un settore come la telemedicina che è in continua espansione e che sarà sicuramente vincente nel futuro della diagnostica per immagini.

Arcevia, 20.03.2009